Sabato, Dicembre 15, 2018

10 consigli per l’ottimizzazione SEO on-page

Ci sono centinaia di fattori che possono influire sul posizionamento del tuo sito. Partendo dal lato SEO on-page cerchiamo di definire quali sono i più importanti e perché.

codice ottimizzazione SEO

 

10. Ottimizza il tuo file robots.txt

Prima di ogni cosa dobbiamo permettere ai motori di ricerca di accedere ed indicizzare i contenuti del nostro sito web. A tal fine dobbiamo fornire le indicazioni su come svolgere una corretta scansione dei testi e delle immagini presenti e comunicare la posizione della mappa del sito in formato xml.

Se volete leggere la descrizione dettagliata su come svolgere queste procedure vi rinvio a questi due articoli, già presenti sul JoomlaMagic Blog:

 

9. Compila i meta tags

I meta-tags sono pezzettini di codice che aiutano i motori di ricerca a descrivere ed a catalogare la tua pagina web. Periodicamente i motori fanno la scansione del tuo sito utilizzando dei crawlers alla ricerca di informazioni sui contenuti. Offrire correttamente queste informazioni può avere un impatto enorme sul tuo posizionamento.

Ricordati quindi di inserire le parole chiave giuste perché il tuo sito venga indicizzato e posizionato in modo soddisfacente. Esistono molti articoli in rete per approfondire questo argomento. Ti consiglio di cercare sempre i più recenti e sperimentare diversi cambiamenti per verificare l’efficacia dei tuoi meta-tag.

 

8. Migliora la velocità di caricamento del tuo sito

La velocità di caricamento di un sito si sta rivelando come un fattore sempre più importante per il posizionamento sui motori di ricerca. Google vuole infatti favorire l’esperienza dell’utente, che spesso rimane frustrato dai lunghi tempi di attesa dovuti alla lentezza di alcuni siti internet. Diventa pertanto essenziale adottare tutte le misure per migliorare la performance generale e misurare costantemente i risultati di ogni modifica.

Per saperne di più ti consiglio di leggere questo tutorial su come velocizzare Joomla 2.5.

 

7. Ottimizza le immagini

Per completare il punto precedente bisogna lavorare anche sulle immagini dichiarando sempre le dimensioni dell’immagine inserita nell’articolo. Questo permette al browser di lavorare con maggiore efficienza e diminuire i tempi di loading.

Un altro aspetto utile per il posizionamento è legato all’impiego del tag ALT che, insieme al nome del file, concorre a fornire una descrizione dell’immagine. Usare in maniera sistematica questo tag può influire in modo rilevante sulla posizione del proprio sito nelle SERP di Google.

Alcuni esempi per chiarire cosa va fatto e cosa va evitato:

<img src=”1234.jpg”> </img>
<img src=”1234.jpg” alt="immagine1234"> </img>
<img src=”pannello-controllo.jpg” alt=”pannello di controllo di Joomla” width=”100” height=”100” > </img>

 

6. Controlla i link interni

Fai molta attenzione al modo in cui colleghi le pagine del tuo sito. In particolare controlla l’ anchor text utilizzato. Con “anchor text” mi riferisco alle parole che vengono usate per creare un link ipertestuale. Tanto più le parole sono significative rispetto al contenuto linkato tanto più ne avrai dei benefici.

Non cadere nella tentazione di scrivere frasi come "per approfondire clicca qui". Piuttosto utilizza dei link testuali con la stessa logica di quelli che ho usato al punto 10 ed al punto 8 di questa guida. Contribuiscono ad ottenere una buona posizione sulle SERP dei motori di ricerca.

 

5. Gestisci la struttura degli URL

Fai in modo che le tue url “parlino” inserendo le keyword giuste per facilitare la catalogazione delle pagine. Scegli un dominio che abbia un senso rispetto a quello di cui parlerai e crea delle categorie e dei titoli di pagina di conseguenza.

http://www.pippo.it/da-non-perdere/nuovo-articolo.html
http://www.turismo-germania.it/baviera/viaggi-monaco-di-baviera.html

 

4. Usa una corretta formattazione

Cerca di organizzare i tuoi contenuti in maniera gerarchica ed utilizza i tag H1 – H2 –H3 per specificare i titoli. Fai in modo di dare una struttura logica ai contenuti tenendo a mente che scrivi prima per il lettori e poi per i motori di ricerca. Usa grassetti e corsivi per dare enfasi ai concetti principali e alle parole chiave.

 

3. Aggiorna il tuo sito con frequenza

Se proponi contenuti nuovi con regolarità i motori di ricerca daranno una maggiore rilevanza alle tue pagine rispetto ad altre, ritenute obsolete. Crea pertanto un routine per scrivere post recenti e possibilmente originali.

 

2. Lavora sull’intero processo

I consigli contenuti in questa pagina non sono da applicare una-tantum. A distanza di tempo valuta la posizione delle pagine del tuo sito nelle SERP e cerca di migliorarle sulla base di tutte queste indicazioni.

Ad esempio, se oggi il tuo sito è veloce non accontentarti. Cerca altre tecniche per migliorarne la performance. Rivedi ogni articolo cercando di capire perché non si posiziona dove vorresti. Cerca di limitare gli errori e al limite riorganizza i contenuti per renderli più efficaci.

Il processo di Search Engine Optimization non è una destinazione, è un viaggio.

 

1. Proponi contenuti di alta qualità

E’ un consiglio che avrai sentito decine e decine di volte. Ma è essenziale. Operativamente si traduce in due concetti distinti.

Produrre contenuti di buona qualità significa scrivere articoli che trattano in modo approfondito di un argomento. Ciò significa che è necessario scrivere un post di una lunghezza adeguata (almeno 400-500 parole) sia per i lettori che per i motori di ricerca. Se i tuoi post sono lunghi solo due paragrafi difficilmente sarai di aiuto a qualcuno perché quello che ha scritto risulterà vago e altri autori offriranno informazioni più utili. E nel medio periodo perderai posizioni nelle SERP.

Il secondo concetto è legato alla reazione dei tuoi lettori. Se scrivi dei post che contribuiscono a risolvere un problema o risultano molto interessanti riceverai dei backlinks che aumenteranno la tua reputazione ed il tuo page-rank, favorendo il posizionamento degli articoli nelle prime pagine delle SERP di Google.

In sintesi: scrivi di più, scrivi meglio, scrivi cose utili

Autore:
Segue con passione l'evoluzione del CMS Joomla fin dall'inizio del 2006 e ama sperimentare tutte le tecnologie che contribuiscono a migliorare il web

Hai trovato utile questo post? Allora aiutami a diffonderlo con un Tweet

 

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Tutti i contenuti sono distribuiti sotto Licenza Creative Commons